Pagine

mercoledì 19 aprile 2017

Gli ultrasuoni per l'olio

Lo scopo è quello di generare all’interno del fluido delle bolle di cavitazione: normalmente la cavitazione, nell’ambito macchinistico, viene interpretato come un fenomeno  temibile, perché determina stress tensionali che deteriorano meccanicamente l’interno della macchina.  Noi, invece, volendo generare la rottura, e nella fattispecie la rottura delle pareti cellulari delle strutture, inneschiamo artificialmente la cavitazione tramite l’utilizzo degli ultrasuoni, trasmettendo delle onde di pressione  che si propagano all’interno di un mezzo continuo.”

Articolo

lunedì 20 marzo 2017

pesticida naturale

SASSARI - Un team di ricercatori dell'Università di Sassari ha individuato il potere pesticida naturale di un batterio, il "brevibacillus laterosporus", che protegge le colture e salvaguarda l'ambiente. Approdata sulle pagine della rivista "Scientific Reports" del gruppo "Nature", la ricerca ha portato allo sviluppo di un brevetto internazionale a firma dell'ateneo sassarese.

Segue

giovedì 23 febbraio 2017

Gamberi in Tempura

INGREDIENTI
Per 4 persone :
- 20 gamberetti di media grandezza
- 50 g di farina
- 20 g di amido di mais
- 1 uovo
- 7 cl di acqua fredda
- olio per frittura 
RICETTA
Sgusciare i gamberetti togliendo la testa e conservando la coda. Fare un taglio sulla schiena e rimuovere l'intestino (il piccolo filo nero). Sciacquarli e conservarli in frigo.
Per preparare la pastella di tempura : montare l'uovo con l'acqua fredda. Mescolare la farina e l'amido di mais e versare un po' dell'impasto liquido di uovo e acqua. Schiacciare la pastella con una forchetta, aggiungendo a poco a poco il resto del liquido. Non è necessario far andar via tutti i grumi. Lasciare in frigo per un'ora buona.
Far scaldare dell'olio per frittura. Immergere 4 o 5 gamberetti nella pastella, eccetto l'estremità della coda. Introdurli ad uno ad uno nell'olio bollente e lasciarli friggere per due o tre minuti, fino a che non si sarà ottenuta una bella panatura dorata. Prendere i gamberetti dalla padella con una schiumarola e lasciarli sgocciolare su una carta assorbente. Ripetere con 4 o 5 nuovi gamberetti.

Vino in abbinamento: Sylvaner, Müller Thurgau

lunedì 23 gennaio 2017

CITTÀ DELLA GRANDE SICILIA ARTE E GUSTO IN VERTICALE


Palermo
Palermo un viaggio tra odori,sapori e colori. Città per soddisfare tutti i sensi ed il gusto.
Fragranze che vanno dall’agro  al dolce al fritto….
Cammini tra i vicoli della città, tra i mercati come quelli della vucciria,ballarò e gli odori si fanno opulenti fragranti intriganti e ti stregano ti fanno venir fame. Dagli odori allo assaggiare,il passo è breve e le papille gustative si risvegliano accompagnandoti alla scoperta e alla conoscenza di sapori originali e mediterranei. Pietanze che spaziano da quelli a base di ortaggi sino a quelle di pesce carne e dolci. Mitica la pasta con i broccoli…ci si avvicina alla cultura araba…con aggiunte sfiziose di pinoli,della passolina,dello zafferano. Il pesce??? Come non si può parlare della pasta con le sarde e poi lo sformato di anelletti al forno,carne tritata sugo di pomodoro e formaggio,il tutto cotto al forno… un profumo che ti rapisce i sensi. La mitica caponata di melanzane,piatto nutrito composto da melanzane,capperi,olive,sedano il tutto mescolato da una salsina agrodolce che amalgama e compone questa leccornia famosa in tutto il mondo. Non vi dico poi i peccatucci per lo stomaco tipo, le panelle, frittelle fatte con farina di ceci che si mangiano come companatico con le moffolette, focacce cotte nel forno a legna. E poi gli arancini, polpette di riso ripiene di carne o formaggio e prosciutto.
Protagonisti di questo ben di Dio troviamo i dolci, protagonisti assoluti. Cannoli,dolci ripieni di ricotta e deliziose gocce di cioccolata e canditi. Pasticcini morbidi alle mandorle, gelati granite con gusti di gelso,di caffè, alle mandorle, al limone.
Signori attenzione alla regina dei dolci, La Cassata che affonda le sue origini nella cultura Araba, dolce a base di ricotta,ricoperto di soffice pan di Spagna,incastonato in una glassa verde al pistacchio e biancatempestata di canditi e scorze d’arancia.
E vicino a tutta questa degustazione verticale, abbinamenti con grande vini del territorio. I Vini Cusumano, I fratelli di partinico specialisti in una produzione enologa di ottima qualità ed attenti all’aspetto economico buon compromesso tra costo e qualità.
Ristoranti dove degusto sciccherie siciliane legte alla tradizione e con sguardo alla sperimentazione alla grande:
A’Cuccagna
Gli amanti
Mi manda Picone
Byblo’s
Un’esperienza gourmet da non perdere